Guida turistica alle Olimpiadi di Tokyo 2020

Tokyo 2020 logo

Aggiornato: 24/03/2020

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state rinviate a causa delle preoccupazioni legate alla pandemia di COVID-19 in corso. La decisione è stata presa congiuntamente dal primo ministro giapponese, Shinzo Abe, e dal presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), Thomas Bach.

È stato confermato che l’evento avrà luogo “non oltre l’estate 2021”, a circa un anno di distanza dalla data originariamente prevista per l’inizio dei Giochi Olimpici, ovvero il 24 luglio 2020.

Anche le Paralimpiadi di Tokyo saranno posticipate al 2021.

Sia Abe che Bach concordarono che gli eventi dovevano essere riprogrammati per garantire la salute di tutti i soggetti coinvolti nei giochi, inclusi atleti e spettatori, fino a che la pandemia di coronavirus risulti in corso. Tuttavia, il CIO ha confermato che i Giochi saranno ancora chiamati Tokyo 2020, nonostante questi si svolgano nel 2021.

Alcuni lo considererebbero il viaggio più importante della propria vita: partecipare ai Giochi Olimpici del 2020 nella vivace città di Tokyo, in Giappone. I turisti sono già alla ricerca dei biglietti. I giochi, spesso chiamati semplicemente Tokyo 2020, sono in programma dal 24 luglio al 9 agosto dello stesso anno. Si prevede che oltre dodicimila atleti provenienti da duecentosette paesi parteciperanno a trentatré tipi di sport estivi.

Durante le Olimpiadi del 1964, che si sono tenute sempre a Tokyo, il Giappone introdusse il suo primo treno proiettile Shinkansen. Quasi sessant’anni dopo, come intende salutare i prossimi giochi Olimpici il Giappone?

Quando l’atletica incontra la tecnologia

Le Olimpiadi estive del 2020 avranno certamente un forte impatto. Durante la cerimonia di apertura, Sky Canvas, con l’aiuto della compagnia di ricerca ALE, illuminerà il cielo notturno quando “lancerà gli ingredienti per una stella cadente nell’atmosfera” utilizzando un piccolo dispositivo satellitare. Inoltre, per i fuochi d’artificio tradizionali, Tokyo pensa di creare una propria pioggia di meteoriti controllata per accogliere e deliziare gli ospiti olimpici.

Il Giappone è noto da tempo per la sua ricerca e sviluppo pionieristici in diversi campi tecnologici e queste saranno ben visibili durante le Olimpiadi 2020. All’interno del villaggio Olimpico, saranno disponibili robot umanoidi per fornire indicazioni su alloggi e attrazioni nelle vicinanze. È in fase di sviluppo anche la tecnologia che consentirà aggiornamenti olografici di eventi all’interno dello stadio.

Quando ti rechi nel tuo albergo, puoi utilizzare una sola tessera magnetica per treni, stanza d’albergo e il tuo taxi senza conducente… esatto, un taxi senza conducente. I test su strada sono già in corso a Tokyo per questa nuova generazione di “robot taxi”.

Nuovi treni Maglev

Per quanto riguarda il trasporto, Tokyo introdurrà nuovamente il suo treno più veloce al mondo. Sebbene non sarà operativo fino al 2027, il Maglev farà il suo debutto alle Olimpiadi di Tokyo. Questo treno ha infranto tutti i record di velocità terrestre ed è in grado di raggiungere velocità circa 600 km/h.

Questi treni futuristici operano grazie al principio della levitazione magnetica, che consente ai treni di restare sospesi sui binari. È l’assenza di frizione che consente ai treni di raggiungere tali velocità, pur continuando a rispettare i rigorosi standard di sicurezza giapponesi.

Maglev bullet train prototype
Prototipo del treno proiettile Maglev

Nuovi treni Shinkansen N700s Supreme

Inoltre, la nuova serie di Shinkansen N700S, detta anche Shinkansen Supreme, farà il suo debutto nel 2020 giusto in tempo per le Olimpiadi.

Questo treno più intelligente e silenzioso è stato ridisegnato e funzionerà sulla linea Tokaido Shinkansen, tra le stazioni di Tokyo e quella di Shin-Osaka. Essendo più leggero di ben 11 tonnellate rispetto alla generazione precedente, consumerà meno energia.

Shinkansen N700 Series
Serie Shinkansen N700 “Supreme”

Stadio Olimpico Tokyo 2020 e sedi

Il governo giapponese ha stanziato 400 miliardi di yen per ospitare i giochi. Gran parte di questi fondi, saranno utilizzati per la ristrutturazione dello Stadio Olimpico Nazionale. Nel 2015, l’ex stadio venne demolito per costruirne uno completamente nuovo.

Lo stadio è stato ridisegnato più volte a causa dei vincoli legati al budget e ai punti di riferimento vicini, tuttavia, una volta completato, ospiterà fino a ottantamila fan. Oltre allo Stadio Olimpico, verranno utilizzate altre trentadue sedi, la maggior parte a pochi passi dal Villaggio Olimpico.

New Japanese National Stadium
Il nuovo Stadio Nazionale sarà la sede principale delle Olimpiadi estive 2020

Utilizzando il Japan Rail Pass, sarà possibile viaggiare velocemente e in modo semplice tra tutte le sedi Olimpiche. Nel distretto degli affari di Tokyo centrale, verranno utilizzate sette sedi, tra cui il New National Stadium e altre sedi utilizzate già per le Olimpiadi del 1964. La stazione più vicina al National Stadium è la stazione di Sendagaya sulla linea Chuo-Sobu.

Venti sedi verranno utilizzate attorno Tokyo Bay. Verranno utilizzate anche dieci sedi a più di 8 chilometri (5 miglia) dal Villaggio Olimpico. Una di queste è lo Yokohama Stadium, che si trova a circa 40 chilometri da Tokyo. Un’altra, si trova a più di venticinque miglia, a Saitama. Tuttavia, non hai nulla da temere, perché il Japan Rail Pass e l’ampio sistema di trasporti di Tokyo, ti aiuteranno a raggiungere queste sedi in modo semplice. Basta prendere la linea JR Tokaido dalla stazione di Tokyo per la stazione di Yokohama o la JR Saikyo per la stazione di Omiya a Saitama.

La nuova stazione della linea Yamanote

In onore di questo evento, la linea Yamanote inaugurerà anche una nuova stazione: Takanawa Gateway Station. Questa stazione si trova tra le stazioni di Shinagawa e Tamachi e offrirà l’accesso all’Haneda Airport Monorail e alla linea JR Keihin-Tohoku. Progettata nello stile eki naka, la stazione Takagawa Gateway avrà un’altezza di quattro piani e l’area pubblica ospiterà un grande schermo per la visione dei Giochi.

New Yamanote line station design
L’architetto Kengo Kuma che ha progettato la nuova stazione sulla lina JR Yamanote di Tokyo

Inoltre, il sistema metropolitano di Tokyo e JR East sono stati nominati partner ufficiali del programma di sponsorizzazione di Tokyo 2020. Il loro obiettivo è “contribuire all’aumento dell’entusiasmo (…) fornendo servizi di trasporto sicuri e confortevoli”, ha dichiarato il presidente e CEO di JR East, Tetsuro Tomita.

Inizia ora a programmare il tuo viaggio in modo da non perdere questo evento che si verifica una volta nella vita e che il tuo JR Pass possa rendere il viaggio facile e veloce.

Related Posts

Tour e attività correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *